Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di cuochinonsinasce.it

Blog di cuochinonsinasce.it

Blog di cucina per chi ama la buona tavola, fatto di ricette facili, sicure (tutte sperimentate) che stupiranno i tuoi ospiti!

Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #antipasti
foto C.Sechi

foto C.Sechi

Baccalà o stoocafisso? Questo è il dilemma, perché noi in toscana chiamiamo BACCALA' il merluzzo consevato sotto sale e STOCCAFISSO quello essiccato, in altre regioni invece, s'intende l'esatto contrario, beh, chiamatelo un po' come volete, ma per questa ricetta io ho usato quello sotto sale.

 

Ingredienti:

 

gr.200 di farina 00

gr.15 di lievito di birra

acqua q.b.

gr.300 -400di baccalà spugnato

una decina di pomodori secchi sott'olio

una ventina di olive verdi denocciolate

un cucchiaio colmo di capperi sott'aceto

la buccia grattugiata di un'arancia o se preferite di un limone

olio per friggere q.b.

 

E' importantissimo procurarsi dell'ottimo baccalà spugnato, io di solito non mi fido e lo tengo a bagno un giorno intero cambiando spesso l'acqua, in questo modo forse il pesce alla fine può risultare un po' insipido, ma il sale si può sempre aggiungere, a toglierlo invece, come si fa?

Prepara l'impasto:

Sciogli il lievito in un bicchiere d'acqua tiepida.

Versa la farina in una bastardella piuttosto capace, impastala con l'acqua nella quale hai sciolto il lievito, (la quantità di liquido da usare può non essere sufficiente, quindi...devi un po' arrangiarti e fare ad occhio, ) l'impasto che ne  risulta deve essere un po' meno denso di quello per il pane e la pizza, coprilo ora con un canovaccio e fallo lievitare in un luogo caldo.

Lava i capperi, taglia le olive a metà, taglia i pomodori secchi a listarelle, aggiungi la buccia grattugiata dell'arancia e  appena l'impasto sarà raddoppiato di volume aggiungi tutti gli ingredienti e amalgama.

Prepara la friggitrice oppure una pentola nella quale avrai versato quattro-cinque dita d'olio , appena questo sarà ben caldo, aiutandoti con due cucchiai, versa nell'olio bollente delle piccole quantità di composto e lascia che le frittelle diventino belle dorate, scolale, asciugale sulla carta assorbente e servile ancora bollenti.

 

foto C.Sechi

foto C.Sechi

Commenta il post

Post recenti

Ospitato da Overblog