Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
Blog di cuochinonsinasce.it

Blog di cuochinonsinasce.it

Blog di cucina per chi ama la buona tavola, fatto di ricette facili, sicure (tutte sperimentate) che stupiranno i tuoi ospiti!

Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #verdure

carciofi.jpg foto C.Sechi

 

Ingredienti:

6 carciofi

gr.100 di pancetta tagliata a dadini

olio

1/2 bicchiere di vino bianco

il succo di mezzo limone

1 spicchio d'aglio

un ciuffo di prezzemolo

sale, pepe

 

Pulisci i carciofi e taglia loro il gambo in modo che possano stare dritti e disopnili sul fondo della pentola a pressione con un filo d'olio, un trito finissmo di aglio e prezzemolo, il sale, la pancetta, il succo del limone e il vino bianco, chiudi il coperchio e cuoci per 5 minuti da quando fischia.

Passato questo tempo scoperchia la pentola, controlla la cottura , togli i carciofi e tienili in caldo poi fai ritirare il fondo di cottura.

Leggi i commenti

commento(i)
Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #secondi di pesce

In Veneto dicono che " il baccalà dove lo metti sta," vale a dire che è sempre buono , con qualsiasi cosa lo accompagni, io ho voluto prepararlo così, con dei bei peperoni colorati e l'immancabile polenta.

 

pollo-e-peperoni.jpg foto C.Sechi

 

Ingredienti:

 

un bel pezzo di baccalà spugnato

1 peperone rosso

1 peperone giallo

1 peperone verde

1 spicchio d'aglio

olio, sale

un cucchiaino di paprica dolce

2 cucchiai di farina

 

per la polenta:

1/2 litro di latte

farina di mais q.b.

brodo vegetale q.b.

una noce di burro

abbondantissimo parmigiano...ma proprio tanto!

 

Schiaccia l'aglio e fallo andare in padella con un po' d'olio e i peperoni tagliati a listarelle, cuoci a fiamma viva e aggiusta di sale, appena i peperoni cominceranno a sbruciacchiarsi abbassa la fiamma e porta a cottura.

Dopo esserti assicurata che il baccalà è ben spugnato, passalo in una mistura di farina e paprica dolce e friggilo in un po' d'olio, poi tienilo in caldo.

Fai bollire il latte con un po' di sale, versaci la farina di mais  e cuoci la polenta eventualmente aggiungendo un po' di brodo, a cottura ultimata aggiungi il parmigiano e il burro e impiatta.

Leggi i commenti

commento(i)
Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #primi di pesce

Tutto è nato da un fatale errore di comprensione.

Quando dico gamberi, intendo gamberi freschi, anzi ,freschissimi, ma gli uomini si sa, non sono molto bravi a fare la spesa, così mio marito è tornato a casa convinto di aver fatto l'affare del secolo, una scatola formato famiglia di gamberi extracomunitari precotti e surgelati, inutile storcere il naso, una volta entrati a far parte della famiglia conviene rassegnarsi e dargli degna sepoltura in padella, ed eccomi alle prese con una ricetta che cerca di dar sapore ad un gambero triste...non ci crederete ma il risultato è stato splendido!!!

 

gamberi-e-curcuma.jpg foto C.Sechi

 

Ingredienti:

 

una ventina di gamberi

uno spicchio d'aglio

la buccia grattugiata di un'arancia

3 cucchiai di brandy

un cucchiaino di fecola di patate

un ramaiolo di acqua di cottura della pasta

un cucchiaino di curcuma

pepe rosso in grani

un ciuffetto di finocchio fresco

olio, sale

 

Pulisci i gamberi e tagliali a pezzettoni, poi falli saltare in padella con uno spicchio d'aglio, aggiungi il sale e fiammeggia col brandy,  metti un cucchiaino di fecola in un ramaiolo di acqua di cottura della pasta,aggiungi anche la curcuma, amalgama e aggiungi ai gamberi. 

Scola la pasta e falla saltare in padella insieme a tutto il resto, aggiungi la buccia d'arancia grattugiata, il ciuffetto di finocchio e impiatta, decora con fette d'arancia e grani di pepe rosso.

Leggi i commenti

commento(i)
Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #dolci fritti e frittelle

Questa frittelle, che nella versione più semplice, senza mele uvetta e pinoli si chiamano "frittelle ripiene di vento" sono le antenate rinascimentali del "bigné".

Oggi, sbagliando, chiamiamo bigné quei dolcetti cotti al forno che poi farciamo con la crema  che sono fatti con la medesima formula e che in realtà si chiamerebbero "chou", mentre i bigné sono fritti, proprio come queste frittelline che vi propongo , la cui ricetta ha l'ardire di essere arrivata fino ai giorni nostri nientepopodimeno che dalla corte dei Medici.

 

 

frittelle.jpg foto C.Sechi

 

Ingredienti:

 

gr 90 di farina

3 uova

una noce di burro

un bicchiere d'acqua

una presa di sale

cannella in polvere q.b.

un chiodo di garofano tritato

una mela tagliata a dadini piccolissimi

un cucchiaio di zibibbo

un cucchiaio di pinoli

 

Fai bollire l'acqua col burro e la presa di sale, rovesciaci la farina tutta in una volta e mescola energicamente fino a quando l'impasto si sarà rassodato e comincerà a sfrigolare.

Togli dal fuoco e aggiungi le uova una alla volta, fino ad ottenere un impasto morbido e vellutato, aggiungi anche lo zibibbo, i, pinoli, la mela , la cannella e il chiodo di garofano, amalgama bene e friggi in olio profondo prendendo un po' d'impasto alla volta.

Servi ancora calde cosparese di zucchero a velo

Leggi i commenti

commento(i)
Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #zuppe

Avolte mi prende così, che non ho voglia di far nulla, ma proprio nulla, NULLA, figuriamoci poi cucinare!

Allora mi dedico al mio sport preferito che è quello di leggere un giornale e due libri contemporaneamente, e se poi mi concentro un po' riesco anche a guardare la tv, ci vogliono anni di allenamento ed io sono campionessa in questo, poi però a una cert'ora un languorino si fa sentire...lo ignoro, faccio finta di nulla e mi concentro, ma il popolo affamato protesta, la ciurma minaccia l'ammutinamento e a malincuore mi alzo e...che mai si può cucinare quando proprio non è giornata  e anche una pasta al burro ti sembra troppo impegnativa?

C'era, in alto sulla mensola della cucina, un vaso di vetro pieno di fave secche, il vaso era lì che mi guardava, l'ho preso, rovesciato nella pentola a pressione, e 10 minuti dopo, ma proprio 10! Ecco pronta una buonissima zuppa.

Il popolo esulta, e io ritorno a dedicarmi al mio sport preferito.

 

zuppa-fave.jpg foto C.Sechi

 

 

Ingredienti:

 

gr.200 di fave secche senza bucce

un cucchiaio di concentrato di pomodoro

un dado

2 spicchi d'aglio

un cucchiaino di semi di finocchietto selvatico

olio extravergine d'oliva

pecorino grattugiato q.b.

pepe

 

Metti le fave nella pentola a pressione, aggiungi l'aglio, il concentrato di pomodoro, i semi di finocchio, il dado e copri con 5-6 dita d'acqua.

Copri la pentola e fai bollire per 10 minuti da quando inizia a fischiare, passato questo tempo ,frulla il tutto col frullatore a immersione, versa nelle scodelle, aggiungi un filo d'olio, un po' di pepe e un po' di pecorino grattugiato.

 

Leggi i commenti

commento(i)
Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #quiche e frittate

barchette.jpg foto C.Sechi

 

Ingredienti:

 

un rotolo di pasta sfoglia surgelata (rettangolare)

1/2 cavolfiore

2 filetti d'acciuga

1 spicchio d'aglio in camicia

olio, sale

1 uovo

4-5 cucchiai di besciamel (la trovi alla categoria "salse")

4-5 cucchiai di parmigiano

 

Lessa il cavolfiore poi fallo saltare in padella con un po' d'olio, uno spicchio d'aglio in camicia e i filetti d'acciuga, togli l'aglio, aggiungi la besciamel , l'uovo e il parmigiano e amalgama l'impasto.

Stendi la pasta sfoglia, ricavane 4 rettancoli, metti al centro di ogni rettangolo un paio di cucchiai di farcia e richiudi cercando di dare la forma di una barchetta.

Inforna a 200° per circa 20 minuti.

Leggi i commenti

commento(i)
Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #primi

radicchio.jpg foto C.Sechi

 

Ingredienti:

 

un cespo di radicchio trevisano

un porro

2 cucchiai di philadelphia

gr.150 di speck

parmigiano q.b

olio, sale

 

Taglia il porro a rotelle e fallo andare in padella con un po' d'olio, aggiusta di sale e ,appena cotto, aggiungi il radicchio tagliato a listarelle e fai andare ancora per un paio di minuti o tre, infine aggiungi il philadelphia e lascia che si sciolga.

Cuoci la pasta, scolala e falla saltare in pdella, aggiungi lo speck tagliato a lstarelle e il parmigiano e fai mantecare.

Impiatta e decora con qualche foglia di radicchio tagliata a listarelle.

Leggi i commenti

commento(i)
Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #primi di pesce

spaghi-salmone.jpg foto C.Sechi

 

Ingredienti:

olio

uno spicchio d'aglio

un ciuffo di prezzemolo

la buccia grattugiata di 1/2 limone

il succo di 1/2 limone

pepe nero

gr.100 di salmone affumicato.

 

Mentre la pasta cuoce: versa un po' d'olio in padella, fai un trito con l'aglio e fallo andare in padella stando attento a non bruciarlo, bagna col succo di limone  e sfumalo.

Scola la pasta e falla saltare in padella, aggiungi il pepe, il prezzemolo, la buccia di limone grattugiata e infine anche il salmone sbriciolato grossolanamente.

Mi raccomando, NON cuocere il salmone!

Leggi i commenti

commento(i)
Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #quiche e frittate

fagotto.jpg foto C.Sechi

 

Ingredienti:

 

Una confezione di pasta sfoglia surgelata rettangolare

gr.200 di salmone affumicato

due scalogni

2-3 cucchiai di besciamel molto soda (la trovi alla categoria salse)

1  uovo

olio

sale

aneto

 

Trita lo scalogno e fallo andare in padella , quando sarà appassito mettilo in una bastardella con la ricotta e amalgama bene, aggiungi l' uovo , l'aneto, il sale e il salmone tritato grossolanamente.

Taglia la sfoglia in 4 rettangoli di uguale grandezza, metti al centro di ogni rettangolo un po' di farcia e richiudi, se vuoi, puoi lucidare con un uovo sbattuto spennellato sopra le sfogliatelle.

Inforna a 200° per circa 20 minuti e servi caldissime.

 

Leggi i commenti

commento(i)
Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #primi di pesce

gamberi-e-pistacchio.jpg foto C.Sechi

 

Ingredienti:

 

Spaghetti alla chitarra

gr.200 di gamberi

1 scalogno

10 pomodorini

2 cucchiaio di pesto di pistacchi di Bronte

olio, sale

1/2 bicchierino di cognach

 

 

Trita lo scalogno , poi fallo andare in padella con un filo d'olio aggiungi i gamberi sgusciati e il sale e falli scottare appena un paio di minuti, sfuma col cognach poi aggiungi i pomodorini tagliati a spicchi, fai andare ancora per 2- 3 minuti e togli fal fuoco.

Scola la pasta, condiscila prima col pesto e poi passala in padella con i gamberi, infine impiatta.

Leggi i commenti

commento(i)
1 2 3 > >>

Post recenti

Ospitato da Overblog