Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
Blog di cuochinonsinasce.it

Blog di cuochinonsinasce.it

Blog di cucina per chi ama la buona tavola, fatto di ricette facili, sicure (tutte sperimentate) che stupiranno i tuoi ospiti!

Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #quiche e frittate
foto C.Sechi

foto C.Sechi

Ingredienti:

 

4 grosse patate

3 uova

olio, sale

una cipolla

una paio di fette di bacon

 

Taglia la cipolla a rotelle, il bacon a striscioline e le patate a dadini e friggi tutto quanto insieme in padella con un po' d'olio, appena le patate e la cipolla saranno ben dorate sbatti le uova in una bastardella, versaci le patate , amalgama e poi friggi in padella cercando di rigirare la frittata una sola volta, accompagna con un'insalata di radicchi misti.

foto C.Sechi

foto C.Sechi

Leggi i commenti

commento(i)
Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #zuppe
foto C.Sechi

foto C.Sechi

Ingredienti:

 

gr.200 di fagioli cannellini

2 spicchi d'aglio,

prezzemolo fresco

una decina di pomodorini

2 grosse patate

1Kg di cozze

olio,sale, pepe

 

Tieni a bagno i fagioli per una notte, poi lessali in abbondante acqua salata con uno spicchio d'aglio e un paio di pomodorini, quando saranno quasi cotti aggiungi ai fagioli le patate sbucciate e tagliate a pezzettini e termina la cottura.

Lascia spurgare le cozze poi puliscile bene esternamente e mettile in una grossa padella con un po' d'olio ,uno spicchio d'aglio e prezzemolo tritati e falle andare fino a quando si saranno aperte, a questo punto armati di santa pazienza e sgusciale ad una ad una.

Conserva il liquido di cottura delle cozze, versaci i pomodorini rimasti tagliati a pezzettini e falli andare per 3-4 minuti, aggiungi ora le cozze ,i fagioli e le patate, aggiungi una spolverata di prezemolo e un po' di pepe.

Se vuoi, puoi aggiungere, come ho fatto io, della pasta  un po "rustica" come quella che vedi nella foto

foto C.Sechi

foto C.Sechi

Leggi i commenti

commento(i)
Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #primi
foto C.Sechi

foto C.Sechi

Ingredienti:

 

un cavolo stellato

2 spicchi d'aglio

2-3 filetti d'acciuga sotto sale

una decina di pomodorini a ciliegia

un bel ciuffo di basilico

olio, sale ,

peperoncino piccante q.b.

parmigiano grattugiato q.b.

 

Taglia il cavolo a pezzetti e fallo andare in padella con un po' d'olio, l'aglio, ed il peperoncino, aggiungi anche i filetti di acciuga e lascia che si sciolgano, appena il cavolo sarà cotto prendine 2/3 e  frullalo col frullatore ad immersione aggiungendo un po' d' acqua di cottura della pasta ed un bel ciuffo di basilico e un goccio di olio a crudo.

Aggiungi al cavolo rimasto i pomodorini divisi in quattro e cuoci ancora per 2-3 minuti.

Scola i pici, condiscili col cavolo frullato, con quello rimasto in padella e coi pomodorini, aggiungi il parmigiano e la pasta è pronta.

 

Leggi i commenti

commento(i)
Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #sformati e timballi
foto C.Sechi

foto C.Sechi

Vi ricordate il film "Amici miei?"

C'è una scena  in cui il gruppo è tutto riunito intorno al tavolo da pranzo, a casa del prof Sassaroli, ci sono il giornalista Giorgio Perozzi, il barista Necchi, l'arghitetto Rambaldo Melandri.

Entra Donatella, la moglie del Sassaroli , con un vassoio in mano:

-E questo cos'è?

Chiede il prof Sassaroli

-Sformato di spinaci.

Risponde Donatella

-...Certo che come "sformato"... è sformato!

Risponde il conte Lello Mascetti.

Scena indimenticabile, beh...speriamo che il mio "sformato" non sia sformato cme quello del film!

 

Ingredienti:

 

1 kg di spinaci

1 spicchio d'aglio

olio, sale q.b.

2 uova

gr.150 di parmigiano grattugiato

1/2 bicchiere di besciamel

 

Lava li spinaci , scolali  e mettili in padella con un po' d'olio, pochissimo sale ed uno spicchio d'aglio, copri col coperchio fino a quando gli spinaci si saranno "abbassati", poi lasciali asciugare scoperti, appena avranno asciugato tutta l'acqua tritali grossolanamente,aggiungi la besciamel e il parmigiano, dividi i tuorli dalgli albumi, aggiungi i tuorli all'impasto e amalgama, monta gli albumi a neve ben ferma e poi aggiungili all'impasto mescolando delicatamente.

Spruzza di spray antiaderente degli stampini monoporzione, versaci un po' del composto e cuoci in forno a bagnomaria per circa 30 minuti a 180°.

Se vuoi puoi accompagnare con delle fettine di pane tostato e della salsa ai formaggi.

Leggi i commenti

commento(i)
Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #primi
foto C.Sechi

foto C.Sechi

Ingredienti:

 

1 porro

4 zucchini

gr.150 di ricotta

parmigiano q.b.

qualche fogliolina di menta fresca

qualche fogliolina di origano fresco

olio,

sale,pepe

 

Taglia il porro e gli zucchini a rotelle e falli andare in padella con un po' d'olio, aggiusta di sale e termina la cottura, infine aggiungi qualche fogliolina di menta fresca.

Scola la pasta, condiscila con la ricotta setacciata e un goccio di acqua di cottura e falla saltare in padella, aggiungi ora il porro, gli zucchini e il parmigiano grattugiato, impiatta e decora con qualche fogliolina di origano fresco.

Leggi i commenti

commento(i)
Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #secondi di pesce
foto C.Sechi

foto C.Sechi

Ingredient:

 

gr.400 di baccalà spugnato

gr.500 di cipolline borrettane

olio, sale q.b.

un bicchiere di vino bianco

1/2 bicchiere di aceto di vino bianco

3 cucchiai di zucchero semolato

farina q.b.

 

Non fidatevi, anche se il baccalà che avete acquistato è gia stato spugnato, mettetelo a bagno per una notte in acqua fresca .e cambiate spesso l'acqua.

Pulite le cipolline e fatele andare inpadella con un po' d'olio , aggiustate di sale, aggiungete lo zucchero in modo che caramellino, un po' del vino bianco che avete messo da parte e l'aceto e terminate la cottura senza asciugare troppo il fondo.

Tagliate il baccalà in porzioni, infarinatelo e friggetelo in olio extravergine d'oliva, sfumatelo infine col rimanente vino bianco e trasferitelo in padella assieme alle cipolline perché si insaporisca

Attenzione a non asciugare troppo il baccalà, che, come diceva spesso mia nonna:" BACCALA' FEGATO E OVA PIU' CHE BOLLE E PIU' CHE ASSODA"

foto C.Sechi

foto C.Sechi

Leggi i commenti

commento(i)
Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #piatti unici
foto C.Sechi

foto C.Sechi

Ingredienti:

 

4 uova

3 cucchiai di aceto

acqua q.b.

3 funghi pocini di media grandezza

uno spicchio d'aglio

qualche fogliolina di mentuccia

qualche fetta di polenta avanzata, ma che sia tagliata piuttosto sottile

farina di mais q.b.

olio per friggere q.b.

sale, pepe

 

Pulisci i porcini, tagliali a fette e falli andare in padella con uno spicchio d'aglio, un po' d'olio e un pizzico di sale, infine aggiungi un po' di mentuccia o nepitella e tienili in caldo.

Taglia la polenta a fette sottili, passale nella farina di mais, (servirà a redere le fettine ancora più croccanti) e poi friggile in abbondante olio, scolale e asciugale e intanto prepara le uova.

Metti a bollire un pentolino con 4-5 dita d'acqua nella quale avrai versato l'aceto, appena l'acqua bolle, aiutandoti con un mestolo gira l'acqua in modo che si formi un vortice e versaci l'uovo, lascia che il bianco si rapprenda.

Metti nelle fondine una cucchiaiata o due di funghi, aggiungi l'uovo in camicia ben scolato e guarnisci con le fettine di polenta fritta e se vuoi con alcune foglioline di erbe aromatiche.

foto C.Sechi

foto C.Sechi

Leggi i commenti

commento(i)
Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #antipasti
foto C.Sechi

foto C.Sechi

Baccalà o stoocafisso? Questo è il dilemma, perché noi in toscana chiamiamo BACCALA' il merluzzo consevato sotto sale e STOCCAFISSO quello essiccato, in altre regioni invece, s'intende l'esatto contrario, beh, chiamatelo un po' come volete, ma per questa ricetta io ho usato quello sotto sale.

 

Ingredienti:

 

gr.200 di farina 00

gr.15 di lievito di birra

acqua q.b.

gr.300 -400di baccalà spugnato

una decina di pomodori secchi sott'olio

una ventina di olive verdi denocciolate

un cucchiaio colmo di capperi sott'aceto

la buccia grattugiata di un'arancia o se preferite di un limone

olio per friggere q.b.

 

E' importantissimo procurarsi dell'ottimo baccalà spugnato, io di solito non mi fido e lo tengo a bagno un giorno intero cambiando spesso l'acqua, in questo modo forse il pesce alla fine può risultare un po' insipido, ma il sale si può sempre aggiungere, a toglierlo invece, come si fa?

Prepara l'impasto:

Sciogli il lievito in un bicchiere d'acqua tiepida.

Versa la farina in una bastardella piuttosto capace, impastala con l'acqua nella quale hai sciolto il lievito, (la quantità di liquido da usare può non essere sufficiente, quindi...devi un po' arrangiarti e fare ad occhio, ) l'impasto che ne  risulta deve essere un po' meno denso di quello per il pane e la pizza, coprilo ora con un canovaccio e fallo lievitare in un luogo caldo.

Lava i capperi, taglia le olive a metà, taglia i pomodori secchi a listarelle, aggiungi la buccia grattugiata dell'arancia e  appena l'impasto sarà raddoppiato di volume aggiungi tutti gli ingredienti e amalgama.

Prepara la friggitrice oppure una pentola nella quale avrai versato quattro-cinque dita d'olio , appena questo sarà ben caldo, aiutandoti con due cucchiai, versa nell'olio bollente delle piccole quantità di composto e lascia che le frittelle diventino belle dorate, scolale, asciugale sulla carta assorbente e servile ancora bollenti.

 

foto C.Sechi

foto C.Sechi

Leggi i commenti

commento(i)
Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #primi
foto G.Losso

foto G.Losso

Chi era il nobil messere di Certaldo? Giovanni Boccaccio naturalmente!

Ingredienti:

Pici maremmani

1 spicchio d'aglio

un pizzico di peperoncino

2 zucchine costolute

olio extravergine d'oliva

2 filetti d'acciuga

pangrattato q.b.

 

Lava le zucchine e tagliale sottilisime usando la mandolina.

Mentre cuoce la pasta:

metti in padella un po' d'olio, lo spicchio d'aglio schiacciato, il peperoncino ed i filetti d'acciuga e falli andare a fuoco lento in modo che l'acciuga si sciolga completamente, togli l'aglio, aggiungi le zucchine e cuocile velocemente, aggiungi un goccio di acqua di cottura della pasta se occorre.

Scola i pici, saltali in padella e aggiungi infine un po' di pangrattato.

 

 

Leggi i commenti

commento(i)
Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #torte
foto C.Sechi

foto C.Sechi

Ingredienti:

 

Per la pasta frolla:

gr.500 di farina

gr.250 di burro

gr.200 di zucchero

la scorza grattugiata di un limone

4 tuorli

una presa di sale

 

Per la crema pasticcera:

 

6 tuorli

gr.140 di zucchero

gr.50 di amido di mais

gr.400 di latte intero

gr. 100 di panna fresca

 

Per aromatizzare e decorare:

 

4 -5 cucchiai di liquore alla mandorla

4 -5cucchiai di liquore all'arancia

4-5 cucchiai di vinsanto

4 -5 cucchiai di sciroppo di amarena

un cucchiaio di uva passa

2 fette di arancia candita

5-6 mandorle

una decina di amarene sciroppate

 

 

foto C.Sechi

foto C.Sechi

Prepara la pasta frolla.

Metti nel mixer la farina , il burro tagliato a pezzetti e la scorza grattugiata di un limone e fallo andare fino a quando il composto risulterà "sabbiato".

Trasferisci il composto sulla spianatoia, forma la fontana, disponi al centro i tuorli  lo zucchero  e la presa di sale ed amalgama il tutto fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo al quale darai la forma di una palla.

Avvolgi l'impasto nella pellicola trasparente e fallo riposare in frigo per 30 minuti circa, intanto prepara la crema.

Dividi i tuorli dagli albumi.

Porta ad ebollizione il latte con la panna.

Unisci ai tuorli lo zucchero ed amalgama con le fruste fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, unisci ora la farina setacciata e amalgama ancora, infine aggiungi il latte e la panna, amalgama e cuoci a fuoco bassissimo sempre mescolando, fino a quando la crema avrà raggiunto la densità desiderata.

Distribuisci la crema in 4 diverse bastardelle e lasciala raffredare.

Riprendi la pasta frolla, dividila in porzioni, spruzza di burro spray delle teglie monoporzione, rivestile di pasta frolla, poggia sopra ad ogni tortina un foglio di carta-forno e delle palline di creta o dei fagioli secchi e inforna a 180° per circa 10-15 minuti.

foto C.Sechi

foto C.Sechi

Sforna le crostatine, toglile dalla teglia e comincia ad aromatizzare le farcie.

foto C.Sechi

foto C.Sechi

Metti a bagno nel vinsanto l'uva passa.

Aggiungi alla prima crema il liquore alla mandorla e amalgama il tutto.

Aggiungi alla seconda crema il liquore all'arancia e amalgama.

Aggiungi alla terza crema lo sciroppo di amarene e amalgama.

Aggiungi alla quarta crema il vinsanto e l'uva passa e amalgama.

Distribuisci la farcia sulle crostatine.

Decora le crostatine di crema all'arancia con fettine di arancia candita.

Decora le crostatine alle mandorle con qualche mandorla

Decora le crostatine al vinsanto con qualche chicco di uva passa.

Decora le crostatine all'amarena con qualche amarena sciroppata.

 

foto C.Sechi

foto C.Sechi

Ed ora che hai finito di lavorare ... mangiale pure, ma attento! Sono malefiche! Ti potresti ubriacare!

Leggi i commenti

commento(i)
1 2 > >>

Post recenti

Ospitato da Overblog