Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di cuochinonsinasce.it

Blog di cuochinonsinasce.it

Blog di cucina per chi ama la buona tavola, fatto di ricette facili, sicure (tutte sperimentate) che stupiranno i tuoi ospiti!

Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #primi

radi-1.jpg

 

Foto C.Sechi

 

Conoscete il BLUE STILTON? E' un formaggio erborinato che sembra essere la risposta inglese al nostro Gorgonzola.

Mi piacciono tutto i formaggi ed in particolare quelli dal gusto forte e deciso, per non parlare poi dei "formaggi puzzoni" dei quali vado pazza, così, trovato in frigo un rimasuglio di Blue Stilton sul fondo di un barattolo, ho pensato di utilizzarlo in questo modo, abbinato al radicchio trevigiano e le nocciole.

 

Ingredienti:

per la pasta:

gr.400 di farina di grano tenero

gr.100 di farina di grano duro

2 mazzi di radicchio trevigiano (la parte rossa)

2 albumi

acqua q.b.

 

Per il condimento:

1 cipolla

2 mazzi di radicchio trevigiano (la parte bianca)

una manciata di nocciole spellate

1/2 bicchiere di vino bianco

un cucchiaio di Blue Stilton

una noce di burro infarinata

un goccio d'acqua di cottura della pasta

olio, sale

 

Lava il radicchio e poi separa le parti bianche da quelle rosse.

Prendi le foglie rosse del radicchio e mettile nel frullatore insieme ai due albumi e frulla il tutto molto bene.

Disponi le farine a fontana, versa al centro la crema di radicchio e albume , aggiungi acqua quanto occorre e impasta molto bene fino ad ottenere una massa liscia elastica ed omogenea.

Stendi la pasta in una sfoglia sottile, ricavane delle striscioline di 1 cm, lunghe circa 10 cm, avvolgile su se stesse usando uno spiedino e prepara così i fusilli, mettili a seccare  e intanto prepara il condimento.

Trita la cipolla e falla andare in padella con un po' d'olio, il sale e la parte bianca del radicchio, bagna col vino e lascialo evaporare, terminata la cottura aggiungi lo Stilton e la noce di burro infarinata e lasciali sciogliere, infine aggiungi le nocciole.

Cuoci la pasta, scolala e falla saltare in padella, eventualmente aggiungendo un po' d'acqua di cottura della pasta.


radi-2.jpg

foto C.Sechi


Commenta il post

Post recenti

Ospitato da Overblog