750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog di cuochinonsinasce.it

Blog di cuochinonsinasce.it

Blog di cucina per chi ama la buona tavola, fatto di ricette facili, sicure (tutte sperimentate) che stupiranno i tuoi ospiti!

Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #risotti
Foto C.Sechi

Foto C.Sechi

A volte capita che avanzi un po' di risotto...non sprechiamolo, il giorno dopo sarà buonissimo, bastano una noce di burro e un'ottima padella antiaderente e in cinque minuti il pranzo è rimediato!

 

Ingredienti:

del risotto alla milanese avanzato

una noce di burro.

 

Mettete il burro in una padella antiaderente e lasciate che si sciolga, (io aggiungo anche un cucchiaio d'olio, così il burro non si brucia).

Appena il burro sarà caldo trasferite nella padella il risotto avanzato e schiacciatelo con la forchetta in modo che sembri una frittata, aspettate qualche minuto che si sia formata una bella crosticina, girate il tutto come fareste con una normale frittata e lasciate sul fuoco per qualche minuto, alla fine dovrà formarsi una bella crosticina croccante da ambo i lati.

Leggi i commenti

Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #zuppe

pasta-e-fagioli.jpg

Foto C.Sechi

 

Ovvero "Pasta e fagioli" alla toscana, rigorosamente coi fagioli cannellini.

 

Ingredienti:

gr.200 di fagioli cannellini secchi

un pomodoro pelato

2 spicchi d'aglio

un ciuffetto di salvia

un ciuffetto di rosmarino

un cucchiaino di concentrato di pomodoro

olio extravergine d'oliva

pepe nero

sale

pasta ,( e qua ci sono due scuole di pensiero, una vuole che si usi pasta secca corta del tipo cannucciotti, ditali o paternosti, l'altra vuole assolutamente le tagliatelle all'uovo spezzettate, vedete un po' voi , a me piace in tutte e due i modi, anzi in tutti e tre , perché è buona anche senza pasta.)

 

Tieni a bagno i fagioli per una notte, poi lessali in acqua salata con un pomodoro pelato, uno spicchio d'aglio e un ciuffetto di salvia.

Terminata la cottura dei fagioli, passane 2/3 al passatutto.

Metti in una pentola 2-3 cucchiai d'olio, uno spicchio d'aglio e un rametto di rosmarino e lasciali soffriggere dolcemente, togli l'aglio e il rosmarino, aggiungi il concentrato di pomodoro, il passato di fagioli , i fagioli rimasti e la loro acqua e fai riprendere il bollore , infine, se vuoi, aggiungi la pasta .

Quando la pasta sarà cotta impiatta, aggiungi un filo d'olio extravergine d'oliva e un pizzico di pepe.

Leggi i commenti

Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #primi

   Ingredienti per due persone:

    Per le polpettine:

gr 150 di carne di maiale  macinata

un uovo

una fetta di pane bagnata nel latte e poi strizzata

lilli-e-il-vagabondo.jpg

2 cucchiai di parmigiano grattugiato

una cipolla piccola , piccola

un paio di cucchiai di farina

   Per il sugo:

uno spicchio d'aglio,

un pizzico di peperoncino,

passato di pomodoro

olio, sale

un bel ciuffetto di basilico

pecorino grattugiato o a scaglie ,o se preferisci , scamorza affumicata grattugiata .

 

Trita finemente la cipolla e impastala con la carne, l'uovo, e il parmigiano la fetta di pane e forma dellepolpette piccolissime,grosse al massimo come una ciliegia, passale nella farina e friggile.

A parte, metti uno spicchio d'aglio in una padella, fallo andare per un po', senza farlo annerire, poi aggiungi il passato di pomodoro , il sale e il peperoncino, mettici dentro anche le polpettine e fai ritirare.

Al momento di servire gli spaghetti, dopo che li avrai c onditi , spolverali di formaggio e aggiungi un po' di basilico a crudo.

Questi spaghetti piacevano tanto a Lulù, quando era piccola, perché erano quelli che avevano fatto innamorare Lilli e il Vagabondo

Leggi i commenti

Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #quiche e frittate
foto C.Sechi

foto C.Sechi

Ingredienti:

un bel pezzo di baccalà spugnato di circa gr.300

2 porri

gr.150 di ricotta

latte q.b.

2 uova

3 cucchiai di parmigiano grattugiato

un rotolo di pasta sfoglia

 

Metti a bagno il baccalà e lasciacelo per una notte cambiando spesso l'acqua.

(Io faccio così , anche se compro il baccalà già spugnato...non mi fido e lo tengo a bagno, meglio aggiungere un po' di sale che rischiare di preparare un piatto salatissimo.)

Taglia il porro a rotelle e fallo soffriggere lentamente in un po' d'olio, aggiusta di sale e poi aggiungi il baccalà deliscato e senza pelle, fallo andare in padella aggiungendo un po' di latte e portalo a cottura.

Alla fine il baccalà ed i porri dovranno risultare quasi una crema densa.

Dividi i tuorli dagli albumi.

Togli il composto dal fuoco e aggiungi la ricotta, i tuorli e il parmigiano.

Monta gli albumi a neve ben ferma e aggiungili al composto.

Rivesti di cartaforno una teglia antiaderente, adagia sopra la cartaforno il foglio di pasta sfoglia in modo che i bordi risultino rialzati, versa il composto nella tortiera con la pastasfoglia e inforna col forno già caldo a 200° per circa 30 minuti.

Sentirai che meraviglia!

 

Leggi i commenti

Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #patate
foto C.Sechi

foto C.Sechi

In questa ricetta gli ingredienti sono un po' approssimativi, non è un piatto da grandi chef, fa quasi parte della "cucina di recupero" per cui...cercate di adattarvi.

 

Ingredienti:

3 patate di media grandezza

3 uova intere

gr.150 di finocchiona sbriciolona

3 cucchiai colmi di parmigiano grattugiato

farina q.b.

pangrattato q.b.

olio per friggere

sale

un rametto di rosmarino

un ciuffetto di salvia

2 spicchi d'aglio

un bicchiere di ceci lessati

1 peperone rosso

1 peperone giallo

Lessa le patate in acqua salata, scolale, sbucciale e schiacciale con lo schiacciapatate, aggiungi il parmigiano,un uovo intero un cucchiaio o due di farina e la finocchiona tritata grossolanamente, impasta il tutto, forma delle palline grosse come noci o poco più, passale nella farina, nell'uovo sbattuto  e poi nel pangrattato.

Taglia i peperoni a listarelle e falli andare in padella con un po' d'olio e uno spicchio d'aglio, aggiusta di sale e termina la cottura.

Metti in un pentolino :uno spicchio d'aglio, la salvia, il rosmarino e un paio di cucchiai d'olio, lascia soffriggere dolcemente senza che l'aglio bruci, aggiungi i ceci con 3-4 cucchiai della loro acqua, aggiusta di sale, lascia che il tutto riprenda il bollore e poi passa i ceci al frullatore in modo da ottenere una crema.

Scalda l'olio e friggi le crocchette in olio profondo.

Metti su ogni piatto un cucchiaio di crema di ceci, un cucchiaio di peperoni e tre crocchette.

 

 

foto C.Sechi

foto C.Sechi

Leggi i commenti

Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #primi
foto C.Sechi

foto C.Sechi

Eva va bene, ancora non è stagione e bisognerebbe aspettare le prime gelate, ma io non ho resistito, ho trovato il cavolo nero e l'ho comprato, e così ho preparato un bel pesto di cavolo nero, niente male direi, un piatto invernale  che andrebbe gustato in una grande cucina di campagna davanti ad un bel caminetto acceso, con un bel bicchiere di vino rosso, io che il caminetto non ce l'ho, e non ho nemmeno una cucina grande...mi accontenterò del bicchiere di vino.

 

Ingredienti:

1 mazzo di cavolo nero

1 spicchio d'aglio

olio, sale

una punta di nduja

3 cucchiai di parmigiano

5-6 noci

 

Pulisci le foglie di cavolo nero togliendo loro le costole e lessale in abbondante acqua salata.

Scola il cavolo, strizzalo bene con le mani e tritalo grossolanamente.

Metti in padella un filo d'olio e l'aglio spellato e schiacciato, fai soffriggere l'aglio senza che diventi nero, aggiungi la nduja, lascia che si sciolga, infine aggiungi il cavolo nero e lascia che si insaporisca.

Pulisci le noci e passale al frullatore, aggiungi ora il parmigiano grattugiato, il cavolo nero saltato in padella e un po' d'olio e frulla il tutto.

Cuoci la pasta, scolala e falla saltare in padella col pesto.

Leggi i commenti

Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #verdure
foto C.Sechi

foto C.Sechi

Questa ricetta è una variante degli zucchini ripieni che faceva mio nonno Dino, sono molto saporiti e facili a farsi , si possono preparare sia con le zucchine tonde che con quelle lunghe.

 

Ingredienti:

6 zucchini tondi

gr.100 di finocchiona sbriciolona

una patata lessa

una cipolla

una decina di pomodorini ciliegini

2 cucchiai di parmigiano grattugiato

1 uovo

olio, sale, pepe.

 

Tagliate la parte superiore degli zucchini e scavate il loro interno.

Tritate la finocchiona sbriciolona  e mettetela in una bastardella, aggiungete la patata lessa schiacciata, il parmigiano e l'uovo e amalgamate il tutto.

Salate leggermente l'interno degli zucchini, mettete al loro interno un cucchiaio di farcia e pressate leggermente con le mani.

Preparate un trito di cipolla e fatelo soffriggere lentamente in una casseruola, aggiungete quindi gli zucchini, i pomodorini tagliati in quattro, aggiustate di sale, aggiungete 1/2 bicchiere d'acqua e coprite col coperchio, fate cuocere a fuoco basso fino a quando gli zucchini saranno morbidi.

Leggi i commenti

Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #torte
foto C.Sechi

foto C.Sechi

D'estate vado sempre al mare in Calabria e anche quest'anno sono tornata con la mia bella scorta di pesto di pistacchio e crema di pistacchio di Bronte e così oggi ho deciso di utilizzarne un po' per farcire questi dolcetti facili facili.

 

Ingredienti:

2 uova grandi

gr.140 di farina 00

gr70 di zucchero semolato

una bustina di lievito per dolci

gr.100 di cioccolato fondente

1/2 bicchiere di latte

 

per la farcia:

2 cucchiai colmi di crema di pistacchio

1 tuorlo

2 cucchiai rasi di zucchero semolato

1 cucchiaino colmo di farina

1 bicchiere di latte

 

per la ghiaccia:

1 albume

6 cucchiai colmi di zucchero a velo

2-3 gocce di limone

 

2 cucchiai di zucchero semolato verde

qualche foglia di menta

 

Prepara l'impasto:

Dividi i tuorli dagli albumi.

Monta gli albumi a neve ben ferma.

Monta i tuorli con lo zucchero fino a renderli chiari e spumosi, aggiungi la farina e il lievito.

Metti il cioccolato fondente e il latte in una bastardella in ceramica e sciogli il tutto nel microonde,( basteranno un paio di minuti.)

Metti il cioccolato fuso e il latte nella bastardella con l'uovo, lo zucchero, la farina e il lievito e amalgama bene il tutto, infine aggiungi gli albumi montati a neve mescolando delicatamente dal basso verso l'alto per non smontare l'impasto.

Prendi dei pirottini monoporzione, spruzzaci un po' di spray antiaderente per pasticceri (oppure se non lo trovi usa il burro e la farina), versa in ogni pirottino un po' del composto, facendo attenzione che il pirottino sia riempito solo a metà.

Inforna col forno già caldo a 180° per circa 15 minuti.

Sforna i pirottini, falli raffreddare, toglili dallo stampo e pareggia la base più larga in modo che rimangano tutti alti uguali.

Aiutandoti con un cucchiaino o l'apposito attrezzo per scavare le verdure, scava un po' l'interno di ogni dolcetto e conserva la parte che togli.

Metti in una bastardella a bagnomaria: il tuorlo con lo zucchero, amalgama il tutto, aggiungi la farina, amalgama ancora, aggiungi il latte e aspetta, sempre mescolando, che la crema si rapprenda.

Appena la crema sarà pronta lascia che raffreddi, aggiungi alla crema pasticcera appena preparata la crema di pistacchio e amalgama il tutto.

Metti la crema così preparata dentro una sach a poche, farcisci i dolcetti, richiudi con un po' d'impasto avanzato e disponili su una griglia per pasticceri.

Prepara la ghiaccia reale frullando insieme lo zucchero a velo e l'albume, appena la ghiaccia sarà bella bianca e densa al punto giusto aggiungi le gocce di limone e amalgama ancora.

Versa un po' di ghiaccia sopra i dolcetti in modo che la ghiaccia coli giù da tutte le parti e infine decora con un po' di zucchero semolato verde, disponi infine i dolcetti su un vassoio o un'alzatina e decora con foglie di menta.

foto C.Sechi

foto C.Sechi

Leggi i commenti

Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #primi
foto C.Sechi

foto C.Sechi

Per la serie "giuro di dire la verità, tutta la verità" vi racconto com'è andata.

Certo, avrei potuto raccontarvi che dopo una passeggiata nel bosco ero tornata a casa con un bel corbello pieno di porcini, che avevo preso delle ottime patate e armata di santa pazienza mi ero messa a preparare gli gnocchi cantando e ballando allegra e soddisfatta ,come Biancaneve quando cucina per i sette nani e invece no!

Lo confesso, non è andata proprio così.

Dopo una giornataccia passata a scuola, dalla mattina alle otto alla sera alle 18 ero "cotta come una salsiccia", la testa svuotata ,i piedi gonfi e nessuna voglia di mettermi a cucinare, verso le 20 e 30, presa dai morsi della fame, ho cominciato a pensare se era meglio spalmarsi una fetta di pane con la nutella o scongelare una tristissima pizza surgelata, quando l'occhio mi è cascato su un sacchetto con un rimasuglio di misto funghi surgelato...via non inorridite!

Scagli la prima pietra chi non li ha mai provati!

In frigo c'era un pacchetto di gnocchi e siccome due più due fa quattro, in 5-10 minuti mi sono preparata questa cenetta.

Si , lo so, i food bloggers grideranno :

-ALL'ERETICA! AL ROGO!-

Ma io sono fatta così, non mi piace barare, questo blog è il mio diario di bordo e bonaccia o tempesta che sia vi annoto tutto, quindi, eccovi i miei gnocchi ai funghi e...sarà pure stata la fame, ma erano proprio buoni.

 

Ingredienti:

Una confezione di gnocchi,

ma se volete farveli da soli trovate la ricetta alla categoria "paste base"

gr.150-200 di misto funghi surgelato

ma se usate deggli ottimi porcini sicuramente il risultato sarà migliore

uno spicchio d'aglio

un rametto di rosmarino

olio, sale, pepe

3-4 cucchiai di latte

3 cucchiai di parmigiano grattugiato

una noce di burro

 

Metti un po' d'olio in una padella , aggiungi lo spicchio d'aglio, il rametto di rosmarino e falli andare per un paio di minuti, aggiungi i funghi  e falli andare per qualche minuto, infine aggiungi il latte e lascia che evapori di circa la metà.

Lessa gli gnocchi, scolali quando vengono a galla, falli saltare in padella con i funghi, infine aggiungi il parmigiano e il burro e impiatta.

Buona cena!

 

gnocchi di ragazza

Leggi i commenti

Pubblicato su da cuochisidiventa-it
Con tag : #secondi di carne
foto C.Sechi

foto C.Sechi

Vogliamo proprio dire le cose come stanno?

Non amo il polpettone vanto e delizia della cucina casalinga, e non vado pazza nemmeno per le polpette, siano esse di carne , di riso, patate e qualsivoglia verdura, ma si sa, qua sul blog io metto ciò che preparo giornalmente e i miei, spesso, reclamano a gran voce "cose normali" , come ad esempio il polpettone, così gli ho accontentati, ma con qualche piccola variante, ed ho accompagnato l'agognato "mappazzone" con un delicatissimo sformato di patate e porri, eccovi la ricetta:

 

PER IL POLPETTONE:

 

gr.200 di carne macinata di manzo

gr.300 di carne macinata di maiale

1 uovo

una cipolla

timo fresco

4 fette di pancarrè

1/2 bicchiere di latte

gr.150 di speck

3 uova sode

 

PER LA SALSA:

1 fetta di speck

una cipolla

3-4 cucchiai d'olio

un cucchiaino di marmellata di arance amare

un rametto di rosmarino

2-3 foglie di salvia

1/2 bicchierino di liquore all'arancia

semi di coriandolo

una noce di burro infarinata

 

PER LO SFORMATO:

3 patate

2 porri

1 bicchiere di brodo vegetale

gr.70- di burro

un cucchiaino colmo di farina

 

Metti in una bastardella:la carne di manzo, la carne di maiale, la cipolla tritata, l'uovo e il timo.

Metti il pancarrè a bagno nel latte, appena si sarà ammorbidito strizzalo bene, sbriciolalo con le mani e mettilo nella bastardella insieme agli altri ingredienti, aggiusta di sale e amalgama il tutto.

Stendi su di un tagliere un foglio di carta fata, poggiaci sopra le fette di speck leggermente sovrapposte fra loro, versaci sopra parte del composto di carne, aggiungi le uova sode ben ravvicinate fra loro, copri col resto della carne e arrotola il tutto in modo che lo speck rivesta completamente il polpettone, avvolgi il tutto nella catra fata, richiudi le due estremità con uno spago da arrosti e fai bollire pe 15 minuti circa, passato questo tempo togli il polpettone dall'acqua , mettilo in una pirofila da forno e inforna a 200° per circa 20 minuti.

Taglia le patate a fette di un paio di millimetri, taglia il porro in modo da ricavarne delle lunghe strisce  e scotta le patate e il porro in acqua salata per qualche minuto.

Sia le patate che il porro devono risultare ancora al dente.

Sciogli in un pentolino il burro con la farina, aggiusta di sale, aggiungi il brodo vegetale e lascia che la salsa si rapprenda.

Metti in una teglia antiaderente:un leggero strato di salsa, uno di strisce di porro, uno di fettine di patata , uno di salsa, ancora porro, patate e così via e fai gratinare in forno a 200° fino a quando si sarà formata una leggera crosticina.

Prepara la salsa:

Metti in un pentolino:

la fetta di speck tagliata a listarelle, la cipolla tagliata a fettine, la salvia, il rosmarino, i semi di coriandolo, un po' d'olio,  e fai andare per qualche minuto, bagna col liquore e fai evaporare, aggiungi infine la marmellata d'arancia, passa la salsa al colino, aggiungi una noce di burro infarinata e se occorre un paio di cucchiai di brodo vegetale, lascia che la salsa si addensi.

Taglia il polpettone a fette di un paio di centimetri.

Sforna lo sformato e , aiutandoti con un coppapasta ricavane dei dischi che posizionerai sui singoli piatti accanto alla fetta di polpettone, nappa gli sformatini con la salsa e decora il piatto con qualche foglia di valeriana.

Leggi i commenti

Post recenti

Ospitato da Overblog